16 dicembre 2014

Come Trasferire il Credito Residuo dopo il Cambio di Compagnia Telefonica: Costi e Procedura

Se cambio operatore telefonico si perde il credito del cellulare? Molti utenti che passano ad altra compagnia con la portabilità del numero vogliono giustamente portarsi l'eventuale credito residuo dell'ultima ricarica, in quanto è un diritto riconosciuto per legge (ovviamente parliamo di tariffe ricaricabili, non di piani in abbonamento): ecco come la procedura TCR per il trasferimento di credito residuo e che costi ci sono.

Cambiare compagnia telefonica e mantenere il numero è ormai una prassi e come tanti utenti sanno è un buon modo per sfruttare le promozioni sulle tariffe ricaricabili per nuovi clienti, così da risparmiare su chiamate, sms e traffico internet per smartphone e tablet. Però se c'è del credito residuo dall'ultima ricarica, per "portarselo via" occorre una procedura specifica e purtroppo in genere si paga un costo di circa 1.5€.

Specifichiamo che si può mantenere il credito residuo dopo il cambio di operatore solo se si fa la portabilità del numero; ovviamente un avanzo di minuti di chiamate, di messaggi e di traffico internet non si può portare, viene perso, ovvero si può avere il trasferimento solo per il credito effettivamente acquistato e non per i vari bonus accumulati.

Quando fate richiesta di cambio compagnia telefonica dovrete compilare l'apposito modulo, nel quale c'è la casella Tcr (Trasferimento credito residuo): semplicemente basta barrarla, verrete informati con un sms dal nuovo operatore quando il credito è stato trasferito; essendo un vostro diritto se non viene rispettato potete fare un reclamo all'AgCom o al Co.Re.Com della vostra Regione (cfr la guida Difendersi dagli Abusi delle Compagnie Telefoniche).

Se non barrate la casella Tcr potete comunque richiedere il credito residuo al vecchio operatore, ma verrete rimborsati con assegno o bonifico dopo ovviamente una trafila più lunga.

Nessun commento: