21 giugno 2017

Roaming Internazionale Abolito per Legge ma Fate Attenzione ai Limiti

I costi aggiuntivi sulle offerte telefoniche per smartphone sono stati cancellati, ma attenzione ai limiti in base alla nazione visitata e al consumo.
Dal 15 giugno è in vigore la Legge Europea sull'abolizione del roaming internazionale ovvero è stato stabilito che le compagnie telefoniche non debbano addebitare costi aggiuntivi sulle tariffe telefoniche per cellulari nel momento in cui gli utenti lasciano la propria Nazione di residenza. Tramite la Legge approvata dal Parlamento Europeo si può usufruire della tariffa nazionale in ogni Stato membro dell'UE, incluso il Regno Unito e altri Paesi che hanno accettato accordi individuali. In alcuni casi sono previsti dei limiti: approfondiamo l'argomento di seguito.

Roaming internazionale gratis, Paesi extra UE aderenti al provvedimento: non si paga nessun costo aggiuntivo per il roaming in Norvegia, Islanda e Liechtenstein, le Nazioni hanno infatti deciso di aderire alla nuova Legge Europea.

Rimangono invece al di fuori degli accordi, quindi si deve pagare la maggiorazione sul piano tariffario per il roaming in Albania, San Marino e Svizzera.

Le compagnie telefoniche hanno già provveduto ad avvisare i clienti, tramite sms, della cancellazione dei prezzi aggiuntivi e della presenza di eventuali rimodulazioni delle tariffe riguardo le opzioni sottoscritte per i viaggi all'estero, valide solo nel momento in cui si viaggia verso Nazioni diverse da quelle sopracitate.

Cosa fare se viene applicato il roaming internazionale: qualora l'utente si trovi in Europa o in un Paese aderente alla normativa e trovi comunque l'addebito per il traffico internazionale, deve informare la compagnia telefonica tramite la procedura di reclamo.

Limiti roaming internazionale e prezzo oltre soglia: la Legge approvata dal Parlamento Europeo autorizza le compagnie telefoniche a fissare un limite massimo al traffico usufruito all'estero, ovvero se il cliente utilizza un dato quantitativo di roaming dati a tariffa nazionale, individuato dalla Legge come uso eccessivo, potrebbe dover pagare un prezzo extra-soglia pari al massimale per i costi all'ingrosso negli Stati dell'Unione Europea.

Il sovrapprezzo per la navigazione nel web è pari a 7,70 euro per tutto l'anno 2017, per ogni GB di traffico dati per navigare in internet (IVA esclusa), quindi gli operatori di telefonia potranno applicare il costo extra-soglia solo nel momento in cui dovessero rilevare un utilizzo anomalo o eccessivo da parte del cliente.

Abolito il roaming internazionale per chiamate, sms e internet: novitàRiguardo alla maggiorazione per telefonate e sms, questa può essere applicata solo alle tariffe a consumo: sono quindi escluse le offerte senza limiti. Nel dettaglio in caso di utilizzo smodato si pagano 3,2 centesimi (IVA esclusa) per ogni minuto di chiamata in più e 1 centesimo (IVA esclusa) per ogni messaggio istantaneo inviato oltre la soglia individuata sul contratto dell'offerta telefonica.

Novità introdotte dalla Legge sul roaming internazionale. La norma Europea non consente di acquistare una Sim in uno Stato in cui il costo della vita è inferiore a quello di origine, se la finalità è usufruire della tariffa nel Paese nel quale si ha la residenza.

La permanenza in uno dei Paesi membri dell'UE e negli Stati aderenti alla normativa deve essere temporanea per avvalersi dei vantaggi derivanti dalla Legge, quindi le tariffe applicate nello Stato di provenienza non saranno più applicate se la persona si trasferisce in via definitiva nel Paese Europeo visitato. A tale scopo la compagnia telefonica controlla il traffico ogni 4 mesi al fine di individuarne la provenienza e può richiedere il pagamento della tariffa per il roaming nel momento in cui più del 50% delle telefonate, degli sms e del traffico dati, siano stati utilizzati in uno Stato diverso da quello di residenza.

Nessun commento: